Il Carnevale di Acireale: una festa di colori, arte e tradizione | Programma | Cosa Vedere

Il Carnevale di Acireale, di origine tardo-seicentesca si è o conquistato il titolo di “più bel Carnevale di Sicilia“, che ogni anno attira migliaia di visitatori nella splendida città siciliana, situata tra l’Etna e il mare. Si tratta di una manifestazione ricca di storia, cultura e divertimento, che vanta alcune peculiarità uniche nel panorama nazionale, come la sfilata dei carri allegorici e dei carri infiorati, realizzati con maestria dagli artigiani locali.

Il Carnevale di Acireale è anche un’occasione per scoprire il fascino del centro storico, caratterizzato dallo stile barocco, e per assaporare le specialità gastronomiche della tradizione siciliana. In questo articolo vi racconteremo tutto quello che c’è da sapere su questa festa, grazie al programma che si svolgerà dal 28 gennaio al 13 febbraio 2024, e vi daremo alcuni consigli su come organizzare al meglio il vostro viaggio e come raggiungere la città di Acireale.

Locandina del Carnevale di Acireale 2024.

Locandina del Carnevale di Acireale 2024.

Contenuti

Storia del Carnevale di Acireale

Epoca storica

Il Carnevale di Acireale ha origini antichissime, che si perdono nella tradizione popolare. Si pensa che la manifestazione sia nata spontaneamente tra la gente, che approfittava del periodo carnevalesco per scherzare e ironizzare sui potenti del tempo, con maschere e satire. Una delle prime maschere del Carnevale acese fu l’Abbatazzu, che portava in giro grossi libri e prendeva in giro la classe clericale, in particolare l’Abate-Vescovo di Catania.

Il primo documento ufficiale che attesta l’esistenza del Carnevale di Acireale risale al 1594, quando l’Universitas di Jaci (l’antico nome di Acireale) stabilì un mandato di pagamento per l’acquisto di carni, vino e formaggi destinati ai festeggiamenti. Nel XVII secolo, era tradizione fare una battaglia di arance e limoni, tanto sentita che nel 1612 la Corte Criminale dovette bandirla per evitare ferimenti e danni.

Nel 1693, il terremoto che sconvolse la Sicilia orientale interruppe per diversi anni la tradizione carnevalesca, ma già nel XVIII secolo la manifestazione riprese vigore, con l’ingresso in scena di nuove maschere, come i Baruni (i baroni) e i Manti (i mantelli). Dal 1880, iniziarono le sfilate dei carri allegorici, prima preceduti dalle carrozze dei nobili addobbate (le cassariate o landaus), poi realizzati con la cartapesta, una tecnica già usata dagli artigiani locali per le decorazioni.

Epoca moderna

Dal 1929, il Carnevale di Acireale venne organizzato dall’Azienda Autonoma e Stazione di Cura di Acireale, che ne fece una delle principali attrazioni turistiche della città. Nel 1930, vennero introdotte le macchine infiorate, ovvero auto adornate di fiori, che divennero una peculiarità del Carnevale acese. Nel 1934, nacque il Numero Unico, una pubblicazione satirica a cura del Circolo Universitario, che accompagnò tutte le edizioni del festival.

Nel corso degli anni, il Carnevale di Acireale ha subito diverse trasformazioni, sia sul piano organizzativo, sia su quello dei contenuti. I carri allegorici e infiorati sono diventati sempre più grandi e sofisticati, grazie al lavoro degli artisti e dei volontari che li realizzano. Il festival ha ampliato la sua offerta culturale, con spettacoli, concerti, mostre e laboratori. Il Carnevale di Acireale è diventato una vetrina per la creatività, la tradizione e l’identità della città e della Sicilia, capace di coinvolgere e emozionare il pubblico di ogni età.

Perché il Carnevale di Acireale è unico

Cosa rende unico questo festival? Innanzitutto, i carri allegorici, che sono vere e proprie opere d’arte in cartapesta, animate da luci e movimenti che li rendono vivi e spettacolari. I carri allegorici rappresentano temi di attualità, satira, fantasia e cultura, con una grande cura dei dettagli e una forte espressione creativa. Ogni anno, i maestri della cartapesta si sfidano per realizzare i carri più belli e originali, che vengono premiati da una giuria di esperti.

Un’altra caratteristica unica del Carnevale di Acireale sono i carri infiorati, ovvero carri adornati di fiori freschi, che creano delle composizioni floreali di grande effetto. I carri infiorati sono una tradizione che risale al 1930, quando vennero introdotti per la prima volta nella sfilata dei carri allegorici. Da allora, i carri infiorati sono diventati una peculiarità del Carnevale acese, che si distingue per la sua eleganza e raffinatezza.

Non meno importanti sono le maschere tradizionali, che rappresentano i personaggi tipici della cultura e della storia di Acireale. Tra le maschere più famose, ci sono l’Abbatazzu, il Baruni, i Manti, Cola Taddazzu e Quadaredda. Queste maschere sono legate alla satira, all’ironia e alla critica sociale, e si esprimono attraverso gesti, parole e musiche. Il Carnevale di Acireale è anche un’occasione per ascoltare le musiche tipiche della Sicilia, come le tarantelle, le serenate e le canzoni popolari, che accompagnano le sfilate e gli spettacoli.

Nel corso della sua lunga storia, questa manifestazione si è distinta dagli altri carnevali dell’Isola, proponendo esibizioni di “abbatazzi” (poeti dialettali che si sfidavano in gare di improvvisazione su temi di attualità), la “cassariata” (sfilata di landò con equipaggi in costume che tempestavano la folla di confetti), fino ai più diffusi giochi popolari, come la “ntinna” (cioè l’albero della cuccagna), la gara delle pentole e la corsa dei sacchi.

Il Carnevale di Acireale è unico perché è il frutto di una tradizione secolare, che si è arricchita e rinnovata nel tempo, mantenendo sempre il suo spirito originario. È un festival che celebra la bellezza, l’arte, la cultura e il divertimento, in un contesto storico e paesaggistico di grande valore. È una festa che coinvolge e emoziona tutti i sensi, e che regala momenti indimenticabili a chi la vive.

Carri del Carnevale di Acireale.

Fotografia della sfilata di carri.

Programma ed Eventi del Carnevale di Acireale Edizione 2024

Il Carnevale di Acireale 2024 si preannuncia come una delle edizioni più ricche e spettacolari della storia della manifestazione. Dal 28 gennaio al 13 febbraio, la città siciliana sarà animata da una serie di eventi che coinvolgeranno grandi e piccini, appassionati di arte, musica, sport e divertimento. Ecco il programma completo delle iniziative:

Programma

28 gennaio: giornata inaugurale con l’esposizione dei carri allegorici grotteschi, i capolavori di cartapesta che rappresentano la tradizione più antica e prestigiosa del carnevale acirealese. Inoltre, si terranno le inaugurazioni dei concorsi di carri in miniatura, maschere isolate, mostra fotografica ‘The Carnival’ e mostra filatelica ‘Vengo anch’io’. Alle 16:00, la cerimonia di apertura e la consegna delle chiavi della città alla madrina del carnevale, Linda Pani, seguita dall’esibizione de I BEDDI con la sigla di apertura. Alle 16:30, la grande parata dei carri allegorici grotteschi lungo il circuito cittadino. Alle 21:30, lo spettacolo musicale di LDA LUCA D’ALESSIO in piazza Duomo.

2 febbraio: serata dedicata ai giovani con il DJ set MINDLESS FEST “LA DISCOTECA the night party” in piazza Duomo, a partire dalle 21:00.

3 febbraio: giornata dedicata ai bambini con il Carnevale Kinder in piazza Indirizzo, dalle 9:30. Continuano i concorsi di carri in miniatura e maschere isolate, aperti dalle 9:00 alle 22:00. Alle 15:00, la grande parata dei carri allegorici grotteschi. Alle 21:30, lo spettacolo musicale di PAOLO MENEGUZZI in piazza Duomo.

4 febbraio: giornata dedicata allo sport e alla musica. Alle 9:00, la corsa podistica Trofeo di Carnevale. Alle 9:30, il Carnevale Kinder in piazza Indirizzo. Alle 11:30, l’intrattenimento musicale in piazza Garibaldi. Alle 15:00, la grande parata dei carri allegorici grotteschi. Alle 21:30, lo spettacolo musicale ‘IL RE DEGLI IGNORANTI’ MAURIZIO SCHWEIZER, ADRIANO CELENTANO TRIBUTE SHOW in piazza Duomo.

5 febbraio: serata dedicata alla musica locale con lo spettacolo musicale BAND STORICHE ACESI in piazza Duomo, a partire dalle 21:00.

6 febbraio: serata dedicata alla musica emergente con lo spettacolo musicale NEXT GENERATION in piazza Duomo, a partire dalle 21:00.

7 febbraio: serata dedicata alla musica divertente con lo spettacolo musicale COLORADOS BAND in piazza Duomo, a partire dalle 21:00.

8 febbraio: giornata dedicata alle auto storiche, al cosplay e ai giochi popolari. Alle 10:00, il raduno auto storiche in piazza Duomo. Alle 11:00, la sfilata auto storiche lungo il circuito. Alle 15:00, lo stand cosplay Aci Comics in piazza Duomo. Dalle 15:00 alle 18:00, i giochi popolari in piazza Garibaldi. Alle 16:00, la sfilata scuole in maschera lungo il circuito. Alle 18:00, il cosplay contest Aci Comics in piazza Duomo. Alle 21:00, lo spettacolo musicale JOEY AND RINA Social Dance in piazza Duomo.

9 febbraio: giornata dedicata alle scuole e alla danza. Alle 11:00, il dj set ‘PAZZA DUOMO’ The Official School Party in piazza Duomo. Alle 16:00, il concorso bambini in maschera – auditorium ‘Pinella Musmeci’ (Villa Belvedere). Alle 20:00, lo spettacolo danza BALLANDO A CARNEVALE – Scuole di Danza Acesi in piazza Duomo.

10 febbraio: giornata dedicata agli scacchi, ai carri in miniatura e alla musica anni ’90. Dalle 9:00 alle 22:00, i concorsi di carri in miniatura e maschere isolate. Dalle 09:00 alle 13:00, il XXII Campionato di scacchi a squadre – Trofeo di Carnevale 2024 (PalaVolcan). Alle 10:00, l’esposizione dei carri allegorici grotteschi. Alle 11:00, la sfilata scuole in maschera lungo il circuito. Alle 15:00, la grande parata dei carri allegorici grotteschi. Dalle 15:00 alle 20:00, l’annullo postale commemorativo (Palazzo di Città). Alle 21:30, il Mania 90 Festival FROM Radio 105 MARTIN KLEIN, ROBY GIORDANA, EMANUELE CAPONETTO, NEJA, KRONOS, LADY VIOLET, BROTHERS – SPECIAL OPENING ACT: BAND UFFICIALE MANIA 90 in piazza Duomo.

11 febbraio: giornata dedicata alla musica e al carro Aci Comics. Dalle 9:00 alle 22:00, i concorsi di carri in miniatura e maschere isolate. Alle 10:00, l’esposizione dei carri allegorici grotteschi. Alle 11:00, l’intrattenimento musicale in piazza Garibaldi. Alle 15:00, la grande parata dei carri allegorici grotteschi e del carro Aci Comics. Alle 18:00, i commenti di Salvo La Rosa lungo il circuito. Alle 21:30, lo spettacolo musicale ORIETTA BERTI in piazza Duomo.

12 febbraio: giornata conclusiva con le premiazioni e il live show. Alle 10:00, l’esposizione dei carri allegorici grotteschi. Alle 16:00, la sfilata scuole in maschera e maschere isolate. Alle 18:00, la premiazione dei concorsi Il gelato du Baruneddu e Carnevanimali in piazza Duomo. Alle 21:30, il live show in diretta televisiva I PIÙ GRANDI COMICI SICILIANI CRISTIANO DI STEFANO E CARMELO CACCAMO in piazza Duomo.

13 febbraio: giornata finale con il live show, la premiazione e i fuochi d’artificio. Dalle 9:00 alle 22:00, i concorsi di carri in miniatura e maschere isolate. Alle 10:00, l’esposizione dei carri allegorici grotteschi. Alle 11:00, l’intrattenimento musicale in piazza Duomo. Alle 15:00, la grande parata dei carri allegorici grotteschi. Alle 21:30, il live show in diretta televisiva I PIÙ GRANDI COMICI SICILIANI CRISTIANO DI STEFANO E CARMELO CACCAMO in piazza Duomo. Alle 23:30, la premiazione dei vincitori dei vari concorsi e lo spettacolo pirotecnico che chiuderà il Carnevale di Acireale 2024.

Altri Eventi

Tra gli altri eventi principali e le attrazioni da non perdere del Carnevale di Acireale, possiamo citare:

  • La mostra dei carri in miniatura, realizzati in argilla e gesso, modellati con la cartapesta ed esposti al Cine Teatro Maugeri in Piazza Garibaldi.
  • Il concorso “Maschere Isolate”, che da voce e spazio ai giovanissimi talenti ancora in erba ma che grazie all’esperienza acquisita sul campo, rappresenteranno domani i protagonisti delle sfilate maggiori.
  • Il concorso e mostra fotografica “The Carnival”, che si terrà in Via Ruggero Settimo.
  • La Corsa podistica – Trofeo di Carnevale che si terrà Domenica 4 febbraio alle ore 9.00.
  • Le maschere tradizionali, che rappresentano i personaggi tipici della cultura e della storia di Acireale, come l’Abbatazzu, il Baruni, i Manti, Cola Taddazzu e Quadaredda.
  • Le specialità gastronomiche, che offrono l’occasione per assaporare i piatti tipici della tradizione siciliana, come gli arancini, le cassatelle, i cannoli, i cartocci e le zeppole.

Il Carnevale di Acireale è una festa che non potete perdervi, se volete vivere un’esperienza unica e indimenticabile, tra arte, cultura, divertimento e tradizione. Vi aspettiamo a Acireale, la città del Carnevale!

Consigli per godersi al meglio il Carnevale di Acireale

Il Carnevale di Acireale è una festa che richiede un po’ di organizzazione per essere vissuta al meglio, senza perdere nulla delle sue attrazioni e del suo fascino. Ecco alcuni consigli pratici per godersi al meglio il festival:

  • Per assistere alle sfilate dei carri allegorici e infiorati, i migliori punti di osservazione sono le tribune allestite lungo il circuito, che offrono una vista privilegiata e una maggiore comodità. Le tribune sono a pagamento e si possono prenotare online sul sito ufficiale del Carnevale o presso le biglietterie autorizzate. In alternativa, si può assistere alle sfilate gratuitamente lungo le vie del centro, ma bisogna arrivare con anticipo per trovare un buon posto.
  • Per gustare le specialità gastronomiche locali, si può scegliere tra i numerosi ristoranti, trattorie e pizzerie che si trovano ad Acireale e nei dintorni. Tra i piatti tipici da provare ci sono gli arancini, le cassatelle, i cannoli, i cartocci e le zeppole.
  • Per partecipare attivamente al festival, si può scegliere di indossare una maschera o un costume, che si possono acquistare o noleggiare presso i negozi specializzati della città. Si può anche partecipare ai concorsi organizzati per i bambini, i giovani e gli adulti. Per iscriversi ai concorsi, bisogna compilare il modulo disponibile sul sito ufficiale del Carnevale o presso gli uffici della Fondazione Carnevale.

Come raggiungere Acireale per il Carnevale

Acireale è una città facilmente raggiungibile da diverse località della Sicilia e d’Italia, grazie alla sua posizione strategica tra l’Etna e il mare, e alla sua vicinanza a Catania. Ecco le principali opzioni per arrivare ad Acireale per il Carnevale:

  • In auto: si può percorrere l’autostrada A18 Catania-Messina e uscire al casello di Acireale, poi seguire le indicazioni per il centro. Lungo il percorso si trovano numerosi parcheggi, sia gratuiti che a pagamento, che si possono consultare sul sito ufficiale del Carnevale o sulle mappe online. Tra i parcheggi più vicini al circuito ci sono quelli in Piazzale Francesco Vecchio, in Via Galatea, in Piazza Catania, in Via Einaudi e in Via Kennedy.
  • In treno: si può scendere alla stazione di Acireale, che dista circa 1,5 km dal centro, e proseguire a piedi o con i mezzi pubblici. La stazione è servita da treni regionali e intercity che collegano Acireale con le principali città siciliane e italiane.
  • In autobus: si può scegliere tra le varie linee che collegano Acireale con le principali città siciliane, come Catania, Messina, Palermo, Siracusa e Taormina. Per consultare gli orari e i prezzi degli autobus si può visitare i siti ufficiali delle compagnie.
  • In aereo: si può atterrare all’aeroporto di Catania-Fontanarossa, che dista circa 31 km da Acireale, e proseguire con un taxi, un autobus o un’auto a noleggio. L’aeroporto è collegato con voli nazionali e internazionali con le principali città italiane e europee. Per consultare gli orari e i prezzi dei voli si può visitare il sito ufficiale dell’aeroporto.

Per muoversi in città durante il festival, si può scegliere tra diverse opzioni, come il bus, il taxi, la bicicletta o il motorino.

Conclusione

Il Carnevale di Acireale è una festa che ha radici profonde nella storia e nella cultura della città e della Sicilia. È una manifestazione che esprime la creatività, l’arte, la tradizione e il divertimento di una comunità che ama celebrare la vita e la bellezza. È una festa che offre un’occasione unica per scoprire le meraviglie di una città barocca, incastonata tra l’Etna e il mare, e per assaporare le delizie della gastronomia siciliana. È una festa che coinvolge e emoziona tutti i sensi, e che regala momenti indimenticabili a chi la vive.

Vi invitiamo a partecipare al Carnevale di Acireale 2024, per vivere un’esperienza unica e indimenticabile, tra arte, cultura, divertimento e tradizione. Vi aspettiamo a Acireale, la città del Carnevale!

Prenota vacanza in Sicilia.
Google Free Booking Link.

Il Carnevale di Acireale: una festa di colori, arte e tradizione | Programma | Cosa Vedere

Il Carnevale di Acireale, di origine tardo-seicentesca si è o conquistato il titolo di “più bel Carnevale di Sicilia“, che ogni anno attira migliaia di visitatori nella splendida città siciliana, situata tra l’Etna e il mare. Si tratta di una manifestazione ricca di storia, cultura e divertimento, che vanta alcune peculiarità uniche nel panorama nazionale, come la sfilata dei carri allegorici e dei carri infiorati, realizzati con maestria dagli artigiani locali.

Il Carnevale di Acireale è anche un’occasione per scoprire il fascino del centro storico, caratterizzato dallo stile barocco, e per assaporare le specialità gastronomiche della tradizione siciliana. In questo articolo vi racconteremo tutto quello che c’è da sapere su questa festa, grazie al programma che si svolgerà dal 28 gennaio al 13 febbraio 2024, e vi daremo alcuni consigli su come organizzare al meglio il vostro viaggio e come raggiungere la città di Acireale.

Locandina del Carnevale di Acireale 2024.

Locandina del Carnevale di Acireale 2024.

Contenuti

Storia del Carnevale di Acireale

Epoca storica

Il Carnevale di Acireale ha origini antichissime, che si perdono nella tradizione popolare. Si pensa che la manifestazione sia nata spontaneamente tra la gente, che approfittava del periodo carnevalesco per scherzare e ironizzare sui potenti del tempo, con maschere e satire. Una delle prime maschere del Carnevale acese fu l’Abbatazzu, che portava in giro grossi libri e prendeva in giro la classe clericale, in particolare l’Abate-Vescovo di Catania.

Il primo documento ufficiale che attesta l’esistenza del Carnevale di Acireale risale al 1594, quando l’Universitas di Jaci (l’antico nome di Acireale) stabilì un mandato di pagamento per l’acquisto di carni, vino e formaggi destinati ai festeggiamenti. Nel XVII secolo, era tradizione fare una battaglia di arance e limoni, tanto sentita che nel 1612 la Corte Criminale dovette bandirla per evitare ferimenti e danni.

Nel 1693, il terremoto che sconvolse la Sicilia orientale interruppe per diversi anni la tradizione carnevalesca, ma già nel XVIII secolo la manifestazione riprese vigore, con l’ingresso in scena di nuove maschere, come i Baruni (i baroni) e i Manti (i mantelli). Dal 1880, iniziarono le sfilate dei carri allegorici, prima preceduti dalle carrozze dei nobili addobbate (le cassariate o landaus), poi realizzati con la cartapesta, una tecnica già usata dagli artigiani locali per le decorazioni.

Epoca moderna

Dal 1929, il Carnevale di Acireale venne organizzato dall’Azienda Autonoma e Stazione di Cura di Acireale, che ne fece una delle principali attrazioni turistiche della città. Nel 1930, vennero introdotte le macchine infiorate, ovvero auto adornate di fiori, che divennero una peculiarità del Carnevale acese. Nel 1934, nacque il Numero Unico, una pubblicazione satirica a cura del Circolo Universitario, che accompagnò tutte le edizioni del festival.

Nel corso degli anni, il Carnevale di Acireale ha subito diverse trasformazioni, sia sul piano organizzativo, sia su quello dei contenuti. I carri allegorici e infiorati sono diventati sempre più grandi e sofisticati, grazie al lavoro degli artisti e dei volontari che li realizzano. Il festival ha ampliato la sua offerta culturale, con spettacoli, concerti, mostre e laboratori. Il Carnevale di Acireale è diventato una vetrina per la creatività, la tradizione e l’identità della città e della Sicilia, capace di coinvolgere e emozionare il pubblico di ogni età.

Perché il Carnevale di Acireale è unico

Cosa rende unico questo festival? Innanzitutto, i carri allegorici, che sono vere e proprie opere d’arte in cartapesta, animate da luci e movimenti che li rendono vivi e spettacolari. I carri allegorici rappresentano temi di attualità, satira, fantasia e cultura, con una grande cura dei dettagli e una forte espressione creativa. Ogni anno, i maestri della cartapesta si sfidano per realizzare i carri più belli e originali, che vengono premiati da una giuria di esperti.

Un’altra caratteristica unica del Carnevale di Acireale sono i carri infiorati, ovvero carri adornati di fiori freschi, che creano delle composizioni floreali di grande effetto. I carri infiorati sono una tradizione che risale al 1930, quando vennero introdotti per la prima volta nella sfilata dei carri allegorici. Da allora, i carri infiorati sono diventati una peculiarità del Carnevale acese, che si distingue per la sua eleganza e raffinatezza.

Non meno importanti sono le maschere tradizionali, che rappresentano i personaggi tipici della cultura e della storia di Acireale. Tra le maschere più famose, ci sono l’Abbatazzu, il Baruni, i Manti, Cola Taddazzu e Quadaredda. Queste maschere sono legate alla satira, all’ironia e alla critica sociale, e si esprimono attraverso gesti, parole e musiche. Il Carnevale di Acireale è anche un’occasione per ascoltare le musiche tipiche della Sicilia, come le tarantelle, le serenate e le canzoni popolari, che accompagnano le sfilate e gli spettacoli.

Nel corso della sua lunga storia, questa manifestazione si è distinta dagli altri carnevali dell’Isola, proponendo esibizioni di “abbatazzi” (poeti dialettali che si sfidavano in gare di improvvisazione su temi di attualità), la “cassariata” (sfilata di landò con equipaggi in costume che tempestavano la folla di confetti), fino ai più diffusi giochi popolari, come la “ntinna” (cioè l’albero della cuccagna), la gara delle pentole e la corsa dei sacchi.

Il Carnevale di Acireale è unico perché è il frutto di una tradizione secolare, che si è arricchita e rinnovata nel tempo, mantenendo sempre il suo spirito originario. È un festival che celebra la bellezza, l’arte, la cultura e il divertimento, in un contesto storico e paesaggistico di grande valore. È una festa che coinvolge e emoziona tutti i sensi, e che regala momenti indimenticabili a chi la vive.

Carri del Carnevale di Acireale.

Fotografia della sfilata di carri.

Programma ed Eventi del Carnevale di Acireale Edizione 2024

Il Carnevale di Acireale 2024 si preannuncia come una delle edizioni più ricche e spettacolari della storia della manifestazione. Dal 28 gennaio al 13 febbraio, la città siciliana sarà animata da una serie di eventi che coinvolgeranno grandi e piccini, appassionati di arte, musica, sport e divertimento. Ecco il programma completo delle iniziative:

Programma

28 gennaio: giornata inaugurale con l’esposizione dei carri allegorici grotteschi, i capolavori di cartapesta che rappresentano la tradizione più antica e prestigiosa del carnevale acirealese. Inoltre, si terranno le inaugurazioni dei concorsi di carri in miniatura, maschere isolate, mostra fotografica ‘The Carnival’ e mostra filatelica ‘Vengo anch’io’. Alle 16:00, la cerimonia di apertura e la consegna delle chiavi della città alla madrina del carnevale, Linda Pani, seguita dall’esibizione de I BEDDI con la sigla di apertura. Alle 16:30, la grande parata dei carri allegorici grotteschi lungo il circuito cittadino. Alle 21:30, lo spettacolo musicale di LDA LUCA D’ALESSIO in piazza Duomo.

2 febbraio: serata dedicata ai giovani con il DJ set MINDLESS FEST “LA DISCOTECA the night party” in piazza Duomo, a partire dalle 21:00.

3 febbraio: giornata dedicata ai bambini con il Carnevale Kinder in piazza Indirizzo, dalle 9:30. Continuano i concorsi di carri in miniatura e maschere isolate, aperti dalle 9:00 alle 22:00. Alle 15:00, la grande parata dei carri allegorici grotteschi. Alle 21:30, lo spettacolo musicale di PAOLO MENEGUZZI in piazza Duomo.

4 febbraio: giornata dedicata allo sport e alla musica. Alle 9:00, la corsa podistica Trofeo di Carnevale. Alle 9:30, il Carnevale Kinder in piazza Indirizzo. Alle 11:30, l’intrattenimento musicale in piazza Garibaldi. Alle 15:00, la grande parata dei carri allegorici grotteschi. Alle 21:30, lo spettacolo musicale ‘IL RE DEGLI IGNORANTI’ MAURIZIO SCHWEIZER, ADRIANO CELENTANO TRIBUTE SHOW in piazza Duomo.

5 febbraio: serata dedicata alla musica locale con lo spettacolo musicale BAND STORICHE ACESI in piazza Duomo, a partire dalle 21:00.

6 febbraio: serata dedicata alla musica emergente con lo spettacolo musicale NEXT GENERATION in piazza Duomo, a partire dalle 21:00.

7 febbraio: serata dedicata alla musica divertente con lo spettacolo musicale COLORADOS BAND in piazza Duomo, a partire dalle 21:00.

8 febbraio: giornata dedicata alle auto storiche, al cosplay e ai giochi popolari. Alle 10:00, il raduno auto storiche in piazza Duomo. Alle 11:00, la sfilata auto storiche lungo il circuito. Alle 15:00, lo stand cosplay Aci Comics in piazza Duomo. Dalle 15:00 alle 18:00, i giochi popolari in piazza Garibaldi. Alle 16:00, la sfilata scuole in maschera lungo il circuito. Alle 18:00, il cosplay contest Aci Comics in piazza Duomo. Alle 21:00, lo spettacolo musicale JOEY AND RINA Social Dance in piazza Duomo.

9 febbraio: giornata dedicata alle scuole e alla danza. Alle 11:00, il dj set ‘PAZZA DUOMO’ The Official School Party in piazza Duomo. Alle 16:00, il concorso bambini in maschera – auditorium ‘Pinella Musmeci’ (Villa Belvedere). Alle 20:00, lo spettacolo danza BALLANDO A CARNEVALE – Scuole di Danza Acesi in piazza Duomo.

10 febbraio: giornata dedicata agli scacchi, ai carri in miniatura e alla musica anni ’90. Dalle 9:00 alle 22:00, i concorsi di carri in miniatura e maschere isolate. Dalle 09:00 alle 13:00, il XXII Campionato di scacchi a squadre – Trofeo di Carnevale 2024 (PalaVolcan). Alle 10:00, l’esposizione dei carri allegorici grotteschi. Alle 11:00, la sfilata scuole in maschera lungo il circuito. Alle 15:00, la grande parata dei carri allegorici grotteschi. Dalle 15:00 alle 20:00, l’annullo postale commemorativo (Palazzo di Città). Alle 21:30, il Mania 90 Festival FROM Radio 105 MARTIN KLEIN, ROBY GIORDANA, EMANUELE CAPONETTO, NEJA, KRONOS, LADY VIOLET, BROTHERS – SPECIAL OPENING ACT: BAND UFFICIALE MANIA 90 in piazza Duomo.

11 febbraio: giornata dedicata alla musica e al carro Aci Comics. Dalle 9:00 alle 22:00, i concorsi di carri in miniatura e maschere isolate. Alle 10:00, l’esposizione dei carri allegorici grotteschi. Alle 11:00, l’intrattenimento musicale in piazza Garibaldi. Alle 15:00, la grande parata dei carri allegorici grotteschi e del carro Aci Comics. Alle 18:00, i commenti di Salvo La Rosa lungo il circuito. Alle 21:30, lo spettacolo musicale ORIETTA BERTI in piazza Duomo.

12 febbraio: giornata conclusiva con le premiazioni e il live show. Alle 10:00, l’esposizione dei carri allegorici grotteschi. Alle 16:00, la sfilata scuole in maschera e maschere isolate. Alle 18:00, la premiazione dei concorsi Il gelato du Baruneddu e Carnevanimali in piazza Duomo. Alle 21:30, il live show in diretta televisiva I PIÙ GRANDI COMICI SICILIANI CRISTIANO DI STEFANO E CARMELO CACCAMO in piazza Duomo.

13 febbraio: giornata finale con il live show, la premiazione e i fuochi d’artificio. Dalle 9:00 alle 22:00, i concorsi di carri in miniatura e maschere isolate. Alle 10:00, l’esposizione dei carri allegorici grotteschi. Alle 11:00, l’intrattenimento musicale in piazza Duomo. Alle 15:00, la grande parata dei carri allegorici grotteschi. Alle 21:30, il live show in diretta televisiva I PIÙ GRANDI COMICI SICILIANI CRISTIANO DI STEFANO E CARMELO CACCAMO in piazza Duomo. Alle 23:30, la premiazione dei vincitori dei vari concorsi e lo spettacolo pirotecnico che chiuderà il Carnevale di Acireale 2024.

Altri Eventi

Tra gli altri eventi principali e le attrazioni da non perdere del Carnevale di Acireale, possiamo citare:

  • La mostra dei carri in miniatura, realizzati in argilla e gesso, modellati con la cartapesta ed esposti al Cine Teatro Maugeri in Piazza Garibaldi.
  • Il concorso “Maschere Isolate”, che da voce e spazio ai giovanissimi talenti ancora in erba ma che grazie all’esperienza acquisita sul campo, rappresenteranno domani i protagonisti delle sfilate maggiori.
  • Il concorso e mostra fotografica “The Carnival”, che si terrà in Via Ruggero Settimo.
  • La Corsa podistica – Trofeo di Carnevale che si terrà Domenica 4 febbraio alle ore 9.00.
  • Le maschere tradizionali, che rappresentano i personaggi tipici della cultura e della storia di Acireale, come l’Abbatazzu, il Baruni, i Manti, Cola Taddazzu e Quadaredda.
  • Le specialità gastronomiche, che offrono l’occasione per assaporare i piatti tipici della tradizione siciliana, come gli arancini, le cassatelle, i cannoli, i cartocci e le zeppole.

Il Carnevale di Acireale è una festa che non potete perdervi, se volete vivere un’esperienza unica e indimenticabile, tra arte, cultura, divertimento e tradizione. Vi aspettiamo a Acireale, la città del Carnevale!

Consigli per godersi al meglio il Carnevale di Acireale

Il Carnevale di Acireale è una festa che richiede un po’ di organizzazione per essere vissuta al meglio, senza perdere nulla delle sue attrazioni e del suo fascino. Ecco alcuni consigli pratici per godersi al meglio il festival:

  • Per assistere alle sfilate dei carri allegorici e infiorati, i migliori punti di osservazione sono le tribune allestite lungo il circuito, che offrono una vista privilegiata e una maggiore comodità. Le tribune sono a pagamento e si possono prenotare online sul sito ufficiale del Carnevale o presso le biglietterie autorizzate. In alternativa, si può assistere alle sfilate gratuitamente lungo le vie del centro, ma bisogna arrivare con anticipo per trovare un buon posto.
  • Per gustare le specialità gastronomiche locali, si può scegliere tra i numerosi ristoranti, trattorie e pizzerie che si trovano ad Acireale e nei dintorni. Tra i piatti tipici da provare ci sono gli arancini, le cassatelle, i cannoli, i cartocci e le zeppole.
  • Per partecipare attivamente al festival, si può scegliere di indossare una maschera o un costume, che si possono acquistare o noleggiare presso i negozi specializzati della città. Si può anche partecipare ai concorsi organizzati per i bambini, i giovani e gli adulti. Per iscriversi ai concorsi, bisogna compilare il modulo disponibile sul sito ufficiale del Carnevale o presso gli uffici della Fondazione Carnevale.

Come raggiungere Acireale per il Carnevale

Acireale è una città facilmente raggiungibile da diverse località della Sicilia e d’Italia, grazie alla sua posizione strategica tra l’Etna e il mare, e alla sua vicinanza a Catania. Ecco le principali opzioni per arrivare ad Acireale per il Carnevale:

  • In auto: si può percorrere l’autostrada A18 Catania-Messina e uscire al casello di Acireale, poi seguire le indicazioni per il centro. Lungo il percorso si trovano numerosi parcheggi, sia gratuiti che a pagamento, che si possono consultare sul sito ufficiale del Carnevale o sulle mappe online. Tra i parcheggi più vicini al circuito ci sono quelli in Piazzale Francesco Vecchio, in Via Galatea, in Piazza Catania, in Via Einaudi e in Via Kennedy.
  • In treno: si può scendere alla stazione di Acireale, che dista circa 1,5 km dal centro, e proseguire a piedi o con i mezzi pubblici. La stazione è servita da treni regionali e intercity che collegano Acireale con le principali città siciliane e italiane.
  • In autobus: si può scegliere tra le varie linee che collegano Acireale con le principali città siciliane, come Catania, Messina, Palermo, Siracusa e Taormina. Per consultare gli orari e i prezzi degli autobus si può visitare i siti ufficiali delle compagnie.
  • In aereo: si può atterrare all’aeroporto di Catania-Fontanarossa, che dista circa 31 km da Acireale, e proseguire con un taxi, un autobus o un’auto a noleggio. L’aeroporto è collegato con voli nazionali e internazionali con le principali città italiane e europee. Per consultare gli orari e i prezzi dei voli si può visitare il sito ufficiale dell’aeroporto.

Per muoversi in città durante il festival, si può scegliere tra diverse opzioni, come il bus, il taxi, la bicicletta o il motorino.

Conclusione

Il Carnevale di Acireale è una festa che ha radici profonde nella storia e nella cultura della città e della Sicilia. È una manifestazione che esprime la creatività, l’arte, la tradizione e il divertimento di una comunità che ama celebrare la vita e la bellezza. È una festa che offre un’occasione unica per scoprire le meraviglie di una città barocca, incastonata tra l’Etna e il mare, e per assaporare le delizie della gastronomia siciliana. È una festa che coinvolge e emoziona tutti i sensi, e che regala momenti indimenticabili a chi la vive.

Vi invitiamo a partecipare al Carnevale di Acireale 2024, per vivere un’esperienza unica e indimenticabile, tra arte, cultura, divertimento e tradizione. Vi aspettiamo a Acireale, la città del Carnevale!