fbpx

Immateriali Unesco

La vite ad alberello di Pantelleria

La vite ad alberello di Pantelleria

La vite ad alberello di Pantelleria, per le sue caratteristiche, viene consacrata un modello di allevamento da salvaguardare, promuovere, studiare. Un tipo di coltivazione, introdotto dai fenici, perfezionato e tramandato nei secoli, capace di produrre splendidi frutti in condizioni estreme. L’isola di Pantelleria è infatti caratterizzata da una costante ventosità (Bent-el-Rhia, appunto “figlia del vento” in arabo), da una scarsa piovosità compensata da una grande umidità, per i suoi terreni impervi sui quali sono stati realizzati magistrali terrazzamenti.

filare-1

Qui nasce l’Alberello Pantesco, una pratica agricola definita dal professor Petrillo, nella sua relazione di presentazione all’Unesco, una pratica ‘creativa e sostenibile e per questo degna di un tale riconoscimento internazionale. Creativa perché fondata sulla ‘conca’, la culla scavata nel terreno per accogliere la vite, proteggerla dal vento, nutrirla con l’umidità della notte che vi si raccoglie e non si disperde. Creativa perché il sistema potatura, fa sviluppare la pianta con un andamento orizzontale e quasi strisciante sul terreno, e quindi in grado di sopravvivere al vento costante che soffia sull’isola. Sostenibile perché la sua coltivazione è interamente manuale, perché le terrazze sorrette dai muretti a secco delineano il paesaggio di Pantelleria e lo difendono dall’erosione.

Una viticoltura eroica che sopravvive grazie anche al lavoro di tanti produttori.

opera dei pupi

L’OPERA DEI PUPI

L’Opera dei Pupi in Sicilia

inserita nel programma Unesco del 1999 “Capolavori del patrimonio orale e immateriale dell’umanità”, l’ Opera dei Pupi in Sicilia è un particolare tipo di teatro delle marionette, che si affermò nell’Italia meridionale e in particolare i Sicilia agli inizi del 1800. I Pupari narrano, con il loro particolare timbro di voce, le famose gesta di alcuni eroi che provengono in gran parte da romanzi e poemi del ciclo carolingio, creando un’atmosfera coinvolgente ed emozionante. Tra i personaggi più noti Orlando e Rinaldo, anche Carlo Magno e i saraceni, Rodomonte e Mambrino.

L-opera-dei-pupi-

In Sicilia esistono due scuole principali dell’Opera dei Pupi:

quella palermitana, affermatasi nella capitale e diffusa nella parte occidentale dell’isola, e quella catanese, affermatasi nella città etnea e diffusa, a grandi linee, nella parte orientale dell’isola. Molte famiglie siciliane gestivano i teatrini e spesso si occupavano anche della scultura, della costruzione e pittura delle marionette, rinomate per le intense espressioni.

INFO:

Teatri dei Pupi in Sicilia

Teatro Manomagia
Dott. Francesco Fazio
Via Salvatore Paola 15 – 95125 Catania
La Casa di Creta
Steve Cable – Antonella Caldarella
Via Umberto 134- 95131 Catania
Compagnia Marionette Don Ignazio Puglisi
Via Catullo 2 – Sortino – Siracusa
Compagnia dei Pupari Vaccaro Mauceri
Ernesto Puzzo – Via Giudecca, 5 – Siracusa
Opera dei Pupi di G. Canino
Via S. Ippolito, 16/c – 91011 Alcamo (TP)
Museo Internazionale delle Marionette A.
Pasqualino
Via Butera 1 – 90133 Palermo Pa
Museo Teatro dell’Opera dei Pupi
Giarre

Figli D’Arte Cuticchio
Via Bara all’olivella 95 – 90133 Palermo
Ass. Culturale Teatro delle Beffe
Via De Spuches 7 – 90141 Palermo (PA)
Opera dei Pupi di Vincenzo Argento e figli
Via Vittorio Emanuele, 445 – Palermo PA
Compagnia Carlo Magno di E.Mancuso
Via La Rosa, 2- Trabia (Palermo)

This site uses cookies. By continuing to browse you accept their use. Further Information