fbpx

Strade del Vino Sicilia

vino

Strada del Vino Val di Noto

Il Val di Noto è un vasto comprensorio molto omogeneo per tradizioni, cultura e storia. È un’area di enorme interesse turistico sotto almeno quattro aspetti diversi: quello paesaggistico e naturalistico, quello eno- gastronomico, quello storico, urbanistico e archeologico, quello culturale ed artistico.

Vini Val di Noto

Tutti questi aspetti si fondono insieme in un nico grande patrimonio antropologico che risente profondamente delle radici greche arabe, spagnole, bizantine che sopravwivono negli usi e nei costumi degli abitanti, nella cultura materiale, nel modo di vivere. In questo splendido fazzoletto di Sicilia sopravvive una Europa antica e moderna, piena di  fascino e di suggestione.

Percorso della Strada del Vino del Val d Noto

Il percorso della Strada del Vino del Val d Noto appare come una grande clessidra in cui punti sono rappresentati dai sei comuni di appartenenza.  Da Siracusa punta verso ovest raggiungendo Palazzolo Acreide, poi scende verso Noto ed Avola a Sud, e si biforca in due direzioni: una interna che scende fino a Rosolini ed Ispica, ed una che costeggia il mare Jonio, passan- do per la riserva naturalistica di Vendicari e che scende fino a Pachino, nell’estrema punta meridionale l percorso principale (segnato in rosso) pre- vede una serie di percorsi secondari (segnat in azzurro) attraverso le aree vitate di mag giore elezione, attraverso le quali è possibile raggiungere le aziende produttrici.

 

Cavanera_Etnea

Strada del Vino Etna

La Strada del Vino Etna  il Vulcano attivo più alto d’Europa, il protagonista silenzioso dell’omonima strada del vino. Perchè è tra i terrazzamenti e i tornanti che si arrampicano per i suoi dorsi tra i muri di pietra lavica, antichi casolari, deliziose masserie e sontuose ville di un tempo, che si distendono i vigneti e fanno capolino le cantine. Lungo un percorso che attraversa paesi pittoreschi: Giarre, Mascali, Santa Venerina, Zafferana Etnea, Milo, Sant’Alfio, Piedimonte Etneo, Linguaglossa,Castiglione di Sicilia, Randazzo, Nicolosi,Pedara, Viagrande e Trecastagni.

La circumetnea

La strada può essere esplorata anche a bordo della storica Lettorina dell’Etna, il trenino che parte da Riposto, attraversa Linguaglossa e arriva fino a Randazzo e poi a Bronte.treno-etna

VINO DOC ETNA

E’ nel terreno vulcanico in cui s’addentra la strada, che nel 1968 nacque la DOC Etna, la denominazione d’origine più antica di Sicilia. L’Etna doc è previsto in quattro tipologie: Etna Rosso, Etna Bianco,Etna Bianco Superiore Etna Rosato. Le uve da cui prende corpo sono: Carricante, Catarratto, Nerello Mascalese e Nerello Mantellato. I vini che ne vengono fuori hanno grande personalità e morbidezza. Cosi come gli spumanti brut, che come i vini danno espessione al terroir.

Il panorama della gastronomia qui suscita l’imbarazzo della scelta. Sono degni di menzione, il ripiddu nevicato, la pasta con i masculini, i piatti a base di funghi feschi e, nella zona di Bronte, quelli arricchiti con pistacchio.

This site uses cookies. By continuing to browse you accept their use. Further Information