Musei di Ragusa: Info Utili

Ragusa è una città che offre molto ai visitatori, non solo per la sua il suo patrimonio architettonico e paesaggistico, ma anche per la sua ricchezza culturale e artistica. Tra le attrazioni da non perdere ci sono i musei di Ragusa, che raccontano la storia, le tradizioni, la religiosità e l’arte di questa terra iblea. Dai musei archeologici che conservano i reperti delle antiche civiltà che hanno abitato il territorio, ai musei d’arte sacra che espongono opere di grande valore e bellezza, passando per i musei specializzati che testimoniano aspetti particolari della vita e della società ragusana, c’è davvero tanto da scoprire e da ammirare. In questo articolo vi presenteremo alcuni dei musei più interessanti e suggestivi da visitare a Ragusa, per arricchire il vostro viaggio con esperienze uniche e indimenticabili.

Contenuti

Guida ai Musei di Ragusa

Per aiutarvi a scegliere quali musei di Ragusa visitare, abbiamo preparato una breve guida che vi illustra le caratteristiche principali, gli orari, i prezzi e le modalità di accesso di ciascuno di essi. Potrete così organizzare al meglio il vostro itinerario culturale, in base ai vostri interessi e al tempo a disposizione. Vi descriveremo nel dettaglio i musei che abbiamo selezionato per voi, fornendovi informazioni utili e curiosità su ciò che potrete vedere e scoprire. Siete pronti a immergervi nella storia e nell’arte di Ragusa? Allora seguiteci in questa avventura tra i musei di Ragusa!

1. Museo Archeologico Ibleo

Il Museo Archeologico Ibleo di Ragusa è una tappa imperdibile per chi vuole scoprire la storia e la cultura della provincia iblea, dal neolitico alla tarda antichità. Il museo si trova al primo piano del Palazzo Mediterraneo, in via Natalelli, vicino al ponte nuovo che collega il centro storico con la parte moderna della città. Il museo ospita sei sezioni tematiche che illustrano i reperti provenienti dai principali siti archeologici della zona, tra cui Kamarina, Castiglione, Scornavacche e Kaukana. Tra i pezzi più preziosi spiccano il “Guerriero di Castiglione”, una lastra in calcare con un’iscrizione in alfabeto siculo, e una fornace del IV secolo a.C. per la cottura dell’argilla, ricostruita fedelmente all’interno del museo. Il museo offre anche la possibilità di ammirare pavimenti a mosaico di una chiesa bizantina del VI secolo d.C. e collezioni di ceramiche, monete, statue e gioielli. Il Museo Archeologico Ibleo è aperto al pubblico con i seguenti orari:

  • dal lunedì al sabato dalle ore 9.00 alle ore 19.00
  • solo la prima domenica del mese dalle ore 9.00 alle ore 19.00

Il prezzo del biglietto d’ingresso al Museo Archeologico Ibleo di Ragusa è di €4 per l’intero e €2 per il ridotto

2. Museo Archeologico Regionale di Kamarina

Il Museo Archeologico Regionale di Kamarina è il luogo ideale per conoscere la storia e l’arte della colonia greca fondata da Siracusa nel 598 a.C. e distrutta dai Romani nel 258 a.C. Il museo si trova nella strada provinciale Scoglitti-Cammarana, a pochi chilometri dal mare, e ospita tre padiglioni e sette sale espositive che raccontano le diverse fasi della vita della città antica. Il museo conserva reperti provenienti dagli scavi archeologici di Kamarina e dei suoi dintorni, tra cui ceramiche, monete, statue, corredi funerari e oggetti di culto. Tra i pezzi più interessanti ci sono i reperti dell’archeologia subacquea, che testimoniano i commerci marittimi della colonia con altre popolazioni del Mediterraneo, e i mosaici policromi di una villa romana del III secolo d.C.

Il Museo Archeologico Regionale di Kamarina è aperto al pubblico con i seguenti orari:

  • dal lunedì al sabato dalle ore 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.30
  • la domenica è consigliabile telefonare per confermare l’apertura

Il biglietto d’ingresso costa € 4,00 (ridotto € 2,00).

3. Palazzo Zacco: Museo del Tempo Contadino – Civica Raccolta Carmelo Cappello

Il Museo del Tempo Contadino – Civica Raccolta Carmelo Cappello è un museo civico che si trova a Ragusa Superiore, in Palazzo Zacco. Il palazzo è un esempio di architettura barocca del XVIII secolo, dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, che presenta balconi ornati da sculture grottesche e antropomorfe. Il museo ospita due sezioni: una dedicata alla storia e alla cultura della civiltà contadina di Ragusa, con attrezzi e utensili che illustrano le attività agricole e artigianali delle antiche masserie; l’altra dedicata all’opera di Carmelo Cappello, scultore e grafico ragusano del XX secolo, con 15 sculture e 20 opere grafiche donate dall’artista al Comune di Ragusa.

Il Museo del Tempo Contadino – Civica Raccolta Carmelo Cappello è aperto al pubblico con i seguenti orari:

  • martedì, mercoledì, giovedì, venerdì, sabato: dalle ore 8.30 alle ore 14.00 e dalle ore 15.00 alle ore 18.00
  • lunedì, domenica e festivi: chiuso

L’ingresso al museo è gratuito

4. Museo Civico “L’Italia in Africa”

Il Museo Civico “L’Italia in Africa” è tra i musei di Ragusa del centro storico, che si trova nei locali comunali di via San Giuseppe. Il museo nasce nel 2009 grazie alla donazione del collezionista e storico ragusano Mario Nobile, che ha raccolto una vasta documentazione sulla presenza italiana in Africa dal 1869 al 1960. Il museo espone uniformi, documenti, fotografie e giornali che testimoniano le vicende politiche, militari e sociali delle colonie italiane di Eritrea, Somalia, Libia ed Etiopia. Il museo offre anche una sezione dedicata alla Resistenza e alla Liberazione in Italia e in Africa.

Il Museo Civico “L’Italia in Africa” è aperto al pubblico con i seguenti orari:

  • da lunedì a sabato dalle ore 9.00 alle ore 12.00

Per visitare il museo è necessario rivolgersi al personale del Museo di Palazzo Zacco sito in via San Vito

Per prenotare le visite di gruppo è necessario contattare l’Ufficio Cultura e Beni Culturali: Tel. 0932 676626 – 0932676668 – 0932 676623

L’ingresso al museo è gratuito.

5. Museo della Cattedrale

Se sei alla ricerca di un’esperienza culturale e artistica nella città di Ragusa, non puoi perderti una visita al Museo della Cattedrale, situato nel Palazzo Garofalo, uno dei più eleganti e sontuosi del centro storico. Il museo custodisce ed espone al pubblico una ricca collezione di suppellettili sacre e oggetti di culto di pregevole bellezza, provenienti dalla Cattedrale di San Giovanni Battista, patrono della città. Potrai ammirare reliquie di santi, oreficerie, paramenti liturgici, gioielli episcopali, testi liturgici, tele e statue, che raccontano la storia e la fede del territorio ragusano. Il museo si articola in sette sale espositive, dedicate a diversi periodi storici e tematiche, dal Medioevo al Novecento. Tra le opere più importanti spiccano:

  • La cassa reliquiaria di San Giorgio in avorio e legno intarsiato, realizzata da una nota bottega veneziana nel XIV secolo
  • Il piatto reliquiario con la testa del Battista del 1641, che custodisce un dente del santo
  • Le 14 tele della Via Crucis del 1775, di Stefano Ragazzi
  • La corona d’oro e il manto di statua della Madonna, del XIX secolo
  • La mostra “Sicilia Antiqua”, una raccolta di carte geografiche, mappe e dipinti dell’isola siciliana, dal Cinquecento all’Ottocento

Il museo è facilmente raggiungibile a piedi o con i mezzi pubblici dal centro di Ragusa e offre anche servizi di visita guidata, audioguida e bookshop. Ecco le informazioni pratiche per organizzare la tua visita:

  • Indirizzo: Corso Italia, 87, 97100 – Ragusa
  • Telefono: 0932 244494
  • E-mail: museo@cattedralesangiovanni.it
  • Orario: da martedì a sabato dalle ore 10:00 alle ore 13:00 e dalle ore 16:00 alle ore 19:00; domenica dalle ore 10:00 alle ore 13:00; chiusura: lunedì
  • Biglietto d’ingresso: € 2,00 – Ridotto: € 1,00

6. Museo del Duomo

Se ami l’arte sacra e vuoi scoprire le testimonianze della fede e della storia di Ragusa, non puoi perderti una visita al Museo del Duomo di San Giorgio, situato nel cuore di Ragusa Ibla, accanto alla splendida chiesa barocca progettata da Rosario Gagliardi. Il museo, inaugurato nel 2009, si trova nel Palazzo Garofalo, un edificio storico che conserva preesistenze architettoniche di grande interesse. Il museo ospita una ricca collezione di opere provenienti dalla Chiesa Madre di San Giorgio, che per circa 1000 anni è stata la sede vicariale foranea della città. Potrai ammirare arredi sacri, quadri, crocefissi, tele, oggetti e paramenti sacri, che documentano la vita religiosa e artistica del territorio ragusano. Il museo si articola in diverse sale tematiche, dedicate a diversi periodi storici e tipologie di opere. Tra le opere più importanti spiccano:

  • La formella del bassorilievo della fuga in Egitto
  • Lo stendardo di Ragusa
  • I disegni originali del Gagliardi per la costruzione del Duomo
  • Il materiale lapideo proveniente dall’antica chiesa di San Giorgio dei Chiaramonte
  • I fonti battesimali, i lavacri d’acqua santa e le lastre tombali

Il museo è facilmente raggiungibile a piedi o con i mezzi pubblici dal centro di Ragusa Ibla e offre anche servizi di visita guidata, audioguida e bookshop. Ecco le informazioni pratiche per organizzare la tua visita:

  • Indirizzo: Duomo San Giorgio – Ragusa Ibla
  • Telefono: 0932/654113 – 348/1011019 (per prenotazioni nei giorni feriali)
  • Orario invernale: aperto sabato e domenica dalle ore 9:30 alle 12:30 e dalle 15:30 alle 18:00
  • Orario estivo (in vigore da maggio a ottobre): tutti i giorni dalle ore 9:30 alle 12:30 e dalle 15:30 alle 19:00
  • Biglietto d’ingresso: € 3,00 – Ridotto: € 2,00

7. Obsculta – Museo Benedettino

Se vuoi immergerti nella storia e nella spiritualità di Ragusa, non puoi perderti una visita all’Obsculta – Museo Benedettino, situato nella suggestiva Piazza Pola, accanto alla Chiesa di San Giuseppe. Il museo, nato nel 2011 in occasione del IV centenario della fondazione del monastero benedettino, ti offre la possibilità di conoscere la vita e le opere delle monache benedettine dell’Adorazione Perpetua del SS. Sacramento, che da secoli custodiscono e trasmettono la tradizione benedettina. Il museo si trova nel deambulatorio del monastero, un corridoio che corre alle spalle del coro della chiesa, da cui le monache assistevano alle funzioni religiose attraverso le gelosie, delle grate che permettevano di guardare senza essere viste. Il museo espone una serie di documenti, oggetti, opere d’arte e immagini che testimoniano la storia e la fede della comunità benedettina. Tra le opere più importanti spiccano:

  • Un prezioso ostensorio in argento dorato del XVIII secolo
  • Un manuale sacro del XVII secolo con miniature e decorazioni
  • Una tela raffigurante la Madonna con il Bambino e i santi Benedetto e Scolastica del XVIII secolo
  • Una tela raffigurante la Madonna con il Bambino e i santi Giuseppe e Francesco di Paola del XVIII secolo
  • Una tela raffigurante la Madonna con il Bambino e i santi Giorgio e Caterina d’Alessandria del XVIII secolo

Il museo è facilmente raggiungibile a piedi o con i mezzi pubblici dal centro di Ragusa Ibla e offre anche servizi di visita guidata, audioguida e bookshop. Ecco le informazioni pratiche per organizzare la tua visita:

  • Indirizzo: Piazza Pola – Ragusa Ibla
  • Telefono: 370.1269772
  • E-mail: obsculta.museo@gmail.com
  • Orario invernale: aperto sabato e domenica dalle ore 10:00 alle ore 13:00 e dalle ore 15:30 alle ore 17:30; nei giorni feriali si può prenotare al 348.1011019
  • Orario estivo (in vigore da maggio a ottobre): tutti i giorni dalle ore 10:00 alle ore 13:00 e dalle ore 15:30 alle ore 19:00
  • Biglietto d’ingresso: gratuito

8. Museo Naturale e delle Miniere d’Asfalto di Tabuna e Castelluccio

Se sei appassionato di storia, geologia e archeologia industriale, non puoi perderti una visita al Museo Naturale e delle Miniere d’Asfalto di Tabuna e Castelluccio, situato nella contrada Tabuna, a pochi chilometri da Ragusa. Il museo, istituito nel 1991, ti offre la possibilità di conoscere le antiche attività estrattive della pietra pece, da cui si ricavavano asfalto e bitume, utilizzati fin dall’antichità per costruire strade, edifici e opere d’arte. Il museo si sviluppa in tre aree:

  • L’area della Tabuna, dove ancora oggi si producono cemento e mattonelle d’asfalto
  • L’area di Castelluccio e del Parco Naturalistico del fiume Irmino, dove puoi visitare le miniere e i fabbricati rurali
  • Il collegamento nord-sud tra le due aree, dove puoi ammirare i reperti di archeologia industriale, come un traliccio e una caldaia per la produzione di vapore

Il museo ha anche un valore speleologico e naturalistico, in quanto l’area protetta ospita diverse grotte e una ricca biodiversità. Il museo è facilmente raggiungibile in auto o con i mezzi pubblici da Ragusa e offre anche servizi di visita guidata, audioguida e bookshop. Ecco le informazioni pratiche per organizzare la tua visita:

  • Indirizzo: Contrada Tabuna – Ragusa
  • Telefono: 0932 622150
  • Orario: dal 1 aprile al 31 ottobre aperto dal lunedì al sabato dalle ore 10:00 alle ore 13:00; lunedì, mercoledì e venerdì anche dalle ore 15:30 alle ore 17:30; chiusura: domenica; mese di gennaio, febbraio, marzo e dicembre su prenotazione
  • Biglietto d’ingresso: gratuito

Scavi, Siti e Complessi Archeologici

1. Castello di Donnafugata

Se sei affascinato dal fascino e dal lusso dell’aristocrazia siciliana, non puoi perderti una visita al Castello di Donnafugata, situato nella frazione Donnafugata, a circa 15 chilometri da Ragusa. Il castello, al contrario di quanto il nome possa far pensare, non è una fortezza medievale, ma una sontuosa dimora nobiliare del tardo ‘800, costruita dalla ricca famiglia Arezzo De Spuches su una preesistente villa rurale. Il castello, circondato da un elegante parco con giardini all’inglese e all’italiana, è un vero e proprio capolavoro architettonico, che mescola stili diversi, dal neogotico al neoclassico, dal barocco al liberty. Il castello ospita al suo interno oltre 120 stanze, arredate con mobili d’epoca, quadri, sculture e oggetti preziosi, che testimoniano la vita e la cultura dell’alta società siciliana. Tra le stanze più suggestive spiccano:

  • La Sala del Trono, dove si svolgevano le udienze e le cerimonie ufficiali
  • La Sala degli Specchi, dove si tenevano i ricevimenti e i balli
  • La Sala delle Armi, dove si conservano armature e armi antiche
  • La Sala da Pranzo, dove si ammirano le porcellane e le argenterie della famiglia
  • La Sala del Fumoir, dove si ritiravano gli uomini per fumare e giocare a carte

Il castello è facilmente raggiungibile in auto o con i mezzi pubblici da Ragusa e offre anche servizi di visita guidata, audioguida e bookshop. Ecco le informazioni pratiche per organizzare la tua visita:

  • Indirizzo: Frazione Donnafugata – Ragusa
  • Telefono: 0932 619333
  • Orario: dal 27 marzo al 23 ottobre aperto dal martedì alla domenica dalle ore 9:00 alle ore 19:00; dal 24 ottobre al 26 marzo aperto dal martedì alla domenica dalle ore 9:00 alle ore 16:00; chiusura: lunedì
  • Biglietto d’ingresso: € 10,00 – Ridotto: € 5,00

2. Parco Archeologico di Caucana

Il Parco Archeologico di Caucana è una meta imperdibile per gli appassionati di storia e cultura. Si tratta di un insediamento di epoca tardo antica, costituito da quasi trenta edifici, che si estende lungo la costa a est di Punta Secca, nel comune di Santa Croce Camerina. Il parco conserva i resti della vita quotidiana dei sopravvissuti alla distruzione della colonia greca di Kamarina, avvenuta nel 258 a.C. per opera dei Romani.

Visitando il parco, potrai ammirare le abitazioni, le botteghe, le terme e le necropoli che testimoniano il passato di questa località. Potrai anche goderti la splendida spiaggia di sabbia dorata che si affaccia sul mare cristallino, dove potrai rilassarti e fare il bagno.

Il Parco Archeologico di Caucana è aperto al pubblico tutti i giorni e offre i seguenti servizi:

  • Visite guidate su prenotazione
  • Centro visite con esposizione di reperti e pannelli informativi
  • Area picnic attrezzata
  • Parcheggio gratuito

Ragusa, una città da scoprire tra arte e cultura

Abbiamo visto alcuni dei musei di Ragusa e dintorni più belli e interessanti da visitare; Ragusa è una città che sa sorprendere e affascinare i suoi visitatori con la sua varietà e la sua qualità culturale e artistica. Speriamo di avervi trasmesso la nostra passione per questa terra e di avervi invogliato a scoprire i suoi tesori nascosti. Vi auguriamo un buon viaggio e una buona visita ai musei di Ragusa!

PRENOTA ORA

la tua vacanza da sogno

in Sicilia

ADDIO

alle commissioni

OTA

con

Google Free Booking Link

Musei di Ragusa: Info Utili

Ragusa è una città che offre molto ai visitatori, non solo per la sua il suo patrimonio architettonico e paesaggistico, ma anche per la sua ricchezza culturale e artistica. Tra le attrazioni da non perdere ci sono i musei di Ragusa, che raccontano la storia, le tradizioni, la religiosità e l’arte di questa terra iblea. Dai musei archeologici che conservano i reperti delle antiche civiltà che hanno abitato il territorio, ai musei d’arte sacra che espongono opere di grande valore e bellezza, passando per i musei specializzati che testimoniano aspetti particolari della vita e della società ragusana, c’è davvero tanto da scoprire e da ammirare. In questo articolo vi presenteremo alcuni dei musei più interessanti e suggestivi da visitare a Ragusa, per arricchire il vostro viaggio con esperienze uniche e indimenticabili.

Contenuti

Guida ai Musei di Ragusa

Per aiutarvi a scegliere quali musei di Ragusa visitare, abbiamo preparato una breve guida che vi illustra le caratteristiche principali, gli orari, i prezzi e le modalità di accesso di ciascuno di essi. Potrete così organizzare al meglio il vostro itinerario culturale, in base ai vostri interessi e al tempo a disposizione. Vi descriveremo nel dettaglio i musei che abbiamo selezionato per voi, fornendovi informazioni utili e curiosità su ciò che potrete vedere e scoprire. Siete pronti a immergervi nella storia e nell’arte di Ragusa? Allora seguiteci in questa avventura tra i musei di Ragusa!

1. Museo Archeologico Ibleo

Il Museo Archeologico Ibleo di Ragusa è una tappa imperdibile per chi vuole scoprire la storia e la cultura della provincia iblea, dal neolitico alla tarda antichità. Il museo si trova al primo piano del Palazzo Mediterraneo, in via Natalelli, vicino al ponte nuovo che collega il centro storico con la parte moderna della città. Il museo ospita sei sezioni tematiche che illustrano i reperti provenienti dai principali siti archeologici della zona, tra cui Kamarina, Castiglione, Scornavacche e Kaukana. Tra i pezzi più preziosi spiccano il “Guerriero di Castiglione”, una lastra in calcare con un’iscrizione in alfabeto siculo, e una fornace del IV secolo a.C. per la cottura dell’argilla, ricostruita fedelmente all’interno del museo. Il museo offre anche la possibilità di ammirare pavimenti a mosaico di una chiesa bizantina del VI secolo d.C. e collezioni di ceramiche, monete, statue e gioielli. Il Museo Archeologico Ibleo è aperto al pubblico con i seguenti orari:

  • dal lunedì al sabato dalle ore 9.00 alle ore 19.00
  • solo la prima domenica del mese dalle ore 9.00 alle ore 19.00

Il prezzo del biglietto d’ingresso al Museo Archeologico Ibleo di Ragusa è di €4 per l’intero e €2 per il ridotto

2. Museo Archeologico Regionale di Kamarina

Il Museo Archeologico Regionale di Kamarina è il luogo ideale per conoscere la storia e l’arte della colonia greca fondata da Siracusa nel 598 a.C. e distrutta dai Romani nel 258 a.C. Il museo si trova nella strada provinciale Scoglitti-Cammarana, a pochi chilometri dal mare, e ospita tre padiglioni e sette sale espositive che raccontano le diverse fasi della vita della città antica. Il museo conserva reperti provenienti dagli scavi archeologici di Kamarina e dei suoi dintorni, tra cui ceramiche, monete, statue, corredi funerari e oggetti di culto. Tra i pezzi più interessanti ci sono i reperti dell’archeologia subacquea, che testimoniano i commerci marittimi della colonia con altre popolazioni del Mediterraneo, e i mosaici policromi di una villa romana del III secolo d.C.

Il Museo Archeologico Regionale di Kamarina è aperto al pubblico con i seguenti orari:

  • dal lunedì al sabato dalle ore 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.30
  • la domenica è consigliabile telefonare per confermare l’apertura

Il biglietto d’ingresso costa € 4,00 (ridotto € 2,00).

3. Palazzo Zacco: Museo del Tempo Contadino – Civica Raccolta Carmelo Cappello

Il Museo del Tempo Contadino – Civica Raccolta Carmelo Cappello è un museo civico che si trova a Ragusa Superiore, in Palazzo Zacco. Il palazzo è un esempio di architettura barocca del XVIII secolo, dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, che presenta balconi ornati da sculture grottesche e antropomorfe. Il museo ospita due sezioni: una dedicata alla storia e alla cultura della civiltà contadina di Ragusa, con attrezzi e utensili che illustrano le attività agricole e artigianali delle antiche masserie; l’altra dedicata all’opera di Carmelo Cappello, scultore e grafico ragusano del XX secolo, con 15 sculture e 20 opere grafiche donate dall’artista al Comune di Ragusa.

Il Museo del Tempo Contadino – Civica Raccolta Carmelo Cappello è aperto al pubblico con i seguenti orari:

  • martedì, mercoledì, giovedì, venerdì, sabato: dalle ore 8.30 alle ore 14.00 e dalle ore 15.00 alle ore 18.00
  • lunedì, domenica e festivi: chiuso

L’ingresso al museo è gratuito

4. Museo Civico “L’Italia in Africa”

Il Museo Civico “L’Italia in Africa” è tra i musei di Ragusa del centro storico, che si trova nei locali comunali di via San Giuseppe. Il museo nasce nel 2009 grazie alla donazione del collezionista e storico ragusano Mario Nobile, che ha raccolto una vasta documentazione sulla presenza italiana in Africa dal 1869 al 1960. Il museo espone uniformi, documenti, fotografie e giornali che testimoniano le vicende politiche, militari e sociali delle colonie italiane di Eritrea, Somalia, Libia ed Etiopia. Il museo offre anche una sezione dedicata alla Resistenza e alla Liberazione in Italia e in Africa.

Il Museo Civico “L’Italia in Africa” è aperto al pubblico con i seguenti orari:

  • da lunedì a sabato dalle ore 9.00 alle ore 12.00

Per visitare il museo è necessario rivolgersi al personale del Museo di Palazzo Zacco sito in via San Vito

Per prenotare le visite di gruppo è necessario contattare l’Ufficio Cultura e Beni Culturali: Tel. 0932 676626 – 0932676668 – 0932 676623

L’ingresso al museo è gratuito.

5. Museo della Cattedrale

Se sei alla ricerca di un’esperienza culturale e artistica nella città di Ragusa, non puoi perderti una visita al Museo della Cattedrale, situato nel Palazzo Garofalo, uno dei più eleganti e sontuosi del centro storico. Il museo custodisce ed espone al pubblico una ricca collezione di suppellettili sacre e oggetti di culto di pregevole bellezza, provenienti dalla Cattedrale di San Giovanni Battista, patrono della città. Potrai ammirare reliquie di santi, oreficerie, paramenti liturgici, gioielli episcopali, testi liturgici, tele e statue, che raccontano la storia e la fede del territorio ragusano. Il museo si articola in sette sale espositive, dedicate a diversi periodi storici e tematiche, dal Medioevo al Novecento. Tra le opere più importanti spiccano:

  • La cassa reliquiaria di San Giorgio in avorio e legno intarsiato, realizzata da una nota bottega veneziana nel XIV secolo
  • Il piatto reliquiario con la testa del Battista del 1641, che custodisce un dente del santo
  • Le 14 tele della Via Crucis del 1775, di Stefano Ragazzi
  • La corona d’oro e il manto di statua della Madonna, del XIX secolo
  • La mostra “Sicilia Antiqua”, una raccolta di carte geografiche, mappe e dipinti dell’isola siciliana, dal Cinquecento all’Ottocento

Il museo è facilmente raggiungibile a piedi o con i mezzi pubblici dal centro di Ragusa e offre anche servizi di visita guidata, audioguida e bookshop. Ecco le informazioni pratiche per organizzare la tua visita:

  • Indirizzo: Corso Italia, 87, 97100 – Ragusa
  • Telefono: 0932 244494
  • E-mail: museo@cattedralesangiovanni.it
  • Orario: da martedì a sabato dalle ore 10:00 alle ore 13:00 e dalle ore 16:00 alle ore 19:00; domenica dalle ore 10:00 alle ore 13:00; chiusura: lunedì
  • Biglietto d’ingresso: € 2,00 – Ridotto: € 1,00

6. Museo del Duomo

Se ami l’arte sacra e vuoi scoprire le testimonianze della fede e della storia di Ragusa, non puoi perderti una visita al Museo del Duomo di San Giorgio, situato nel cuore di Ragusa Ibla, accanto alla splendida chiesa barocca progettata da Rosario Gagliardi. Il museo, inaugurato nel 2009, si trova nel Palazzo Garofalo, un edificio storico che conserva preesistenze architettoniche di grande interesse. Il museo ospita una ricca collezione di opere provenienti dalla Chiesa Madre di San Giorgio, che per circa 1000 anni è stata la sede vicariale foranea della città. Potrai ammirare arredi sacri, quadri, crocefissi, tele, oggetti e paramenti sacri, che documentano la vita religiosa e artistica del territorio ragusano. Il museo si articola in diverse sale tematiche, dedicate a diversi periodi storici e tipologie di opere. Tra le opere più importanti spiccano:

  • La formella del bassorilievo della fuga in Egitto
  • Lo stendardo di Ragusa
  • I disegni originali del Gagliardi per la costruzione del Duomo
  • Il materiale lapideo proveniente dall’antica chiesa di San Giorgio dei Chiaramonte
  • I fonti battesimali, i lavacri d’acqua santa e le lastre tombali

Il museo è facilmente raggiungibile a piedi o con i mezzi pubblici dal centro di Ragusa Ibla e offre anche servizi di visita guidata, audioguida e bookshop. Ecco le informazioni pratiche per organizzare la tua visita:

  • Indirizzo: Duomo San Giorgio – Ragusa Ibla
  • Telefono: 0932/654113 – 348/1011019 (per prenotazioni nei giorni feriali)
  • Orario invernale: aperto sabato e domenica dalle ore 9:30 alle 12:30 e dalle 15:30 alle 18:00
  • Orario estivo (in vigore da maggio a ottobre): tutti i giorni dalle ore 9:30 alle 12:30 e dalle 15:30 alle 19:00
  • Biglietto d’ingresso: € 3,00 – Ridotto: € 2,00

7. Obsculta – Museo Benedettino

Se vuoi immergerti nella storia e nella spiritualità di Ragusa, non puoi perderti una visita all’Obsculta – Museo Benedettino, situato nella suggestiva Piazza Pola, accanto alla Chiesa di San Giuseppe. Il museo, nato nel 2011 in occasione del IV centenario della fondazione del monastero benedettino, ti offre la possibilità di conoscere la vita e le opere delle monache benedettine dell’Adorazione Perpetua del SS. Sacramento, che da secoli custodiscono e trasmettono la tradizione benedettina. Il museo si trova nel deambulatorio del monastero, un corridoio che corre alle spalle del coro della chiesa, da cui le monache assistevano alle funzioni religiose attraverso le gelosie, delle grate che permettevano di guardare senza essere viste. Il museo espone una serie di documenti, oggetti, opere d’arte e immagini che testimoniano la storia e la fede della comunità benedettina. Tra le opere più importanti spiccano:

  • Un prezioso ostensorio in argento dorato del XVIII secolo
  • Un manuale sacro del XVII secolo con miniature e decorazioni
  • Una tela raffigurante la Madonna con il Bambino e i santi Benedetto e Scolastica del XVIII secolo
  • Una tela raffigurante la Madonna con il Bambino e i santi Giuseppe e Francesco di Paola del XVIII secolo
  • Una tela raffigurante la Madonna con il Bambino e i santi Giorgio e Caterina d’Alessandria del XVIII secolo

Il museo è facilmente raggiungibile a piedi o con i mezzi pubblici dal centro di Ragusa Ibla e offre anche servizi di visita guidata, audioguida e bookshop. Ecco le informazioni pratiche per organizzare la tua visita:

  • Indirizzo: Piazza Pola – Ragusa Ibla
  • Telefono: 370.1269772
  • E-mail: obsculta.museo@gmail.com
  • Orario invernale: aperto sabato e domenica dalle ore 10:00 alle ore 13:00 e dalle ore 15:30 alle ore 17:30; nei giorni feriali si può prenotare al 348.1011019
  • Orario estivo (in vigore da maggio a ottobre): tutti i giorni dalle ore 10:00 alle ore 13:00 e dalle ore 15:30 alle ore 19:00
  • Biglietto d’ingresso: gratuito

8. Museo Naturale e delle Miniere d’Asfalto di Tabuna e Castelluccio

Se sei appassionato di storia, geologia e archeologia industriale, non puoi perderti una visita al Museo Naturale e delle Miniere d’Asfalto di Tabuna e Castelluccio, situato nella contrada Tabuna, a pochi chilometri da Ragusa. Il museo, istituito nel 1991, ti offre la possibilità di conoscere le antiche attività estrattive della pietra pece, da cui si ricavavano asfalto e bitume, utilizzati fin dall’antichità per costruire strade, edifici e opere d’arte. Il museo si sviluppa in tre aree:

  • L’area della Tabuna, dove ancora oggi si producono cemento e mattonelle d’asfalto
  • L’area di Castelluccio e del Parco Naturalistico del fiume Irmino, dove puoi visitare le miniere e i fabbricati rurali
  • Il collegamento nord-sud tra le due aree, dove puoi ammirare i reperti di archeologia industriale, come un traliccio e una caldaia per la produzione di vapore

Il museo ha anche un valore speleologico e naturalistico, in quanto l’area protetta ospita diverse grotte e una ricca biodiversità. Il museo è facilmente raggiungibile in auto o con i mezzi pubblici da Ragusa e offre anche servizi di visita guidata, audioguida e bookshop. Ecco le informazioni pratiche per organizzare la tua visita:

  • Indirizzo: Contrada Tabuna – Ragusa
  • Telefono: 0932 622150
  • Orario: dal 1 aprile al 31 ottobre aperto dal lunedì al sabato dalle ore 10:00 alle ore 13:00; lunedì, mercoledì e venerdì anche dalle ore 15:30 alle ore 17:30; chiusura: domenica; mese di gennaio, febbraio, marzo e dicembre su prenotazione
  • Biglietto d’ingresso: gratuito

Scavi, Siti e Complessi Archeologici

1. Castello di Donnafugata

Se sei affascinato dal fascino e dal lusso dell’aristocrazia siciliana, non puoi perderti una visita al Castello di Donnafugata, situato nella frazione Donnafugata, a circa 15 chilometri da Ragusa. Il castello, al contrario di quanto il nome possa far pensare, non è una fortezza medievale, ma una sontuosa dimora nobiliare del tardo ‘800, costruita dalla ricca famiglia Arezzo De Spuches su una preesistente villa rurale. Il castello, circondato da un elegante parco con giardini all’inglese e all’italiana, è un vero e proprio capolavoro architettonico, che mescola stili diversi, dal neogotico al neoclassico, dal barocco al liberty. Il castello ospita al suo interno oltre 120 stanze, arredate con mobili d’epoca, quadri, sculture e oggetti preziosi, che testimoniano la vita e la cultura dell’alta società siciliana. Tra le stanze più suggestive spiccano:

  • La Sala del Trono, dove si svolgevano le udienze e le cerimonie ufficiali
  • La Sala degli Specchi, dove si tenevano i ricevimenti e i balli
  • La Sala delle Armi, dove si conservano armature e armi antiche
  • La Sala da Pranzo, dove si ammirano le porcellane e le argenterie della famiglia
  • La Sala del Fumoir, dove si ritiravano gli uomini per fumare e giocare a carte

Il castello è facilmente raggiungibile in auto o con i mezzi pubblici da Ragusa e offre anche servizi di visita guidata, audioguida e bookshop. Ecco le informazioni pratiche per organizzare la tua visita:

  • Indirizzo: Frazione Donnafugata – Ragusa
  • Telefono: 0932 619333
  • Orario: dal 27 marzo al 23 ottobre aperto dal martedì alla domenica dalle ore 9:00 alle ore 19:00; dal 24 ottobre al 26 marzo aperto dal martedì alla domenica dalle ore 9:00 alle ore 16:00; chiusura: lunedì
  • Biglietto d’ingresso: € 10,00 – Ridotto: € 5,00

2. Parco Archeologico di Caucana

Il Parco Archeologico di Caucana è una meta imperdibile per gli appassionati di storia e cultura. Si tratta di un insediamento di epoca tardo antica, costituito da quasi trenta edifici, che si estende lungo la costa a est di Punta Secca, nel comune di Santa Croce Camerina. Il parco conserva i resti della vita quotidiana dei sopravvissuti alla distruzione della colonia greca di Kamarina, avvenuta nel 258 a.C. per opera dei Romani.

Visitando il parco, potrai ammirare le abitazioni, le botteghe, le terme e le necropoli che testimoniano il passato di questa località. Potrai anche goderti la splendida spiaggia di sabbia dorata che si affaccia sul mare cristallino, dove potrai rilassarti e fare il bagno.

Il Parco Archeologico di Caucana è aperto al pubblico tutti i giorni e offre i seguenti servizi:

  • Visite guidate su prenotazione
  • Centro visite con esposizione di reperti e pannelli informativi
  • Area picnic attrezzata
  • Parcheggio gratuito

Ragusa, una città da scoprire tra arte e cultura

Abbiamo visto alcuni dei musei di Ragusa e dintorni più belli e interessanti da visitare; Ragusa è una città che sa sorprendere e affascinare i suoi visitatori con la sua varietà e la sua qualità culturale e artistica. Speriamo di avervi trasmesso la nostra passione per questa terra e di avervi invogliato a scoprire i suoi tesori nascosti. Vi auguriamo un buon viaggio e una buona visita ai musei di Ragusa!